Nuovo successo di Indipendenza Veneta anche a Legnago

Max BerchioniCari amici,

anche ieri sera a Legnago presso il ristornate Zonaro numerose persone presenti hanno conosciuto Indipendenza Veneta. E’ purtroppo scontato che ogni volta parlando con  le persone, e quasi tutte, elle ti rispondano: “NO  I  TE  LE  LASSA MIA   FAR”. Vengono  invitate  alla serata, arrivano, entrano incuriosite, intimorite  e diverse sono nauseate, perché credono di sentire i soliti discorsi dei soliti politici. Poi invece, man mano  i relatori, in questo caso erano l’avv. Alessio Morosin, presidente onorario di Indipendenza Veneta ed il dottor Stefano Sinigaglia, esperto di economia e finanza, moderati dal dr. Paolo Pendenza, riescono attraverso una comunicazione semplice, chiara e trasparente a rendere tutti i presenti coinvolti, uniti e finalmente aperti a questa nuova nostra realtà. Da sfiduciate che erano, iniziano a riprendere quella coscienza che è stata loro tolta e direi scippata. Non c’è niente di più disonorevole. La loro fiducia come un oggetto prezioso ricoperto da  una patina da  troppo tempo che viene sfiorato con il prodotto idoneo,  tornava a brillare meglio di prima . Come dicevano i latini: “quicumque prius egressus melius”.  Tutto questo grazie alle persone preparate che grazie al cielo Indipendenza Veneta ha nel suo interno. Da Sinigaglia che ha spiegato molto semplicemente il circolo vizioso economico che si è instaurato negli anni in Italia, poi l’intervento dell’ istrionico Morosin, che con grande preparazione ha riscaldato anche gli animi. Verso la fine è passato a trovarci anche il candidato sindaco di Lazise per Indipendenza Veneta  Marco Zaninelli per un saluto. C’è stato anche il  debutto nella serata del neo coordinatore di sezione Franco Graziani.

Alla fine dell’incontro i titolare del ristornate Zonaro hanno con grande ospitalità e coinvolgimento offerto uno squisito risotto ed in quel momento di condivisione è stato bello vedere che la la gente ci chiedeva, quasi incredula, di poter organizzare ognuno nei reciproci paesi un incontro come quello appunto di Legnago. Ecco che come per magia tutti i presenti intervenuti si vedevano  carichi di speranza e di dignità riconquistata, desiderosi a loro volta di portare il messaggio ad altri il prima possibile. Come definire tutto questo? E’ un riappropriarci di noi stessi, di quello che siamo stati, quello che siamo e quello che saremo.  Amici cari e simpatizzanti mi auguro che anche la serata di Legnago sia servita insieme a tutte le altre passate e future a continuare a scrivere sempre più, un grande pezzo di storia per il nostro grande Veneto.  I saluti più cordiali a tutti.

Massimiliano Berchioni

 

13 risposte a “Nuovo successo di Indipendenza Veneta anche a Legnago”

  1. Ferrara è a 5 chilometri dal Veneto, eppure cosi lontana quanto a voglia di autonomia e indipendenza, sinistra, pd e ancora e sempre sinistra purtroppo.
    Andate avanti, conquistate consenso, lavorate con onestà per il Veneto e chissà che non arrivi un vostro successo, che possa portare un beneficio contagio anche alla ” rossa ” Ferrara.
    I miei migliori auguri di buon lavoro.

    1. Ferrara la bella Ferrara ne sono innamorato anche perché la vostra ospitalità è sublime sicuramente se noi nel veneto riusciamo nella nostra impresa poi sarà come un fiume in piena per tutta l’italia, quella onesta, lavoratrice e molto generosa

      Buon Lavoro anche a Voi

  2. Complimenti per la serata a Legnago. Penso che il contatto con la gente sia più utile farlo direttamente (Grillo insegna) e con i fatti più che con le parole. MI auguro che facciate la migliore pubblicità possibile perché io ho avuto il Vs. dépliant da un conoscente per caso (un dipendente comunale) ma la gente a cui l’ho mostrato in questa settimana non ha mai sentito parlare dell’indipendenza veneta e del suo referendum.
    Siamo ancora a febbraio è vero ma il tempo passa in fretta. Avanti tutta!!!

  3. Avete ragione ragazzi!

    E’ tanta e tale la forza dirommpente del messaggio indipendentista formulato da IV, che in molti da ogni dove, ( persino dall’Emilia, dal Friuli, dalla Lombardia ), ci chiedono di organizzare serate informative nei luoghi d’interesse dei singoli.

    Tuttavia, tanto lusinghiero entusiasmo, si deve scontrare con la realtà dovuta al piccolo numero dei nostri conferenzieri.
    Perchè pur essendo fermamente convinto, che ogni nostro socio, ha una grandissima convinzione nella sana missione indipendentista, solo parte degli iscritti sa trasmetterla pubblicamente in modo proprio, specie durante una conferenza.

    Abbiamo la necessità impellente, d’istruire al più presto menti brillanti con capacità oratorie e persuasive, che fungano da rappresentanti del pensiero di IV.
    Come notate i nomi che girano sono sempre quelli, una dozzina in tutto.
    parte di questi inoltre, è oggi dedicata alle consultazioni elettorali comunali.

    Vi offro un suggerimento : chiedete ai vostri comuni una sala con un centinaio di posti a sedere ( ve la debbono attribuire gratuitamente, per una riunione d’interesse pubblico e priva di lucro ).
    Altrimenti minacciate sindaco e assessore competente di deferirli a mezzo d’esposto protocollato e richiesta d’inchiesta formale direttamente al prefetto.
    Come feci personalmente in passato con un sindaco leghista.

    Ci avvisate almeno con un paio di mesi d’anticipo e noi provvederemo a interessare qualcuno dei nostri bravissimi oratori e/o supplenti, al fine di tenere un incontro soddisfacente con i vostri concittadini.

    Per qualsiasi ragguaglio, comunicate sempre alla voce : CONTATTACI
    E STABILITE CON I NOSTRI RESPONSABILI UNA DATA CONGIUNTA, che non si sovrapponga ad altre preesistenti.

    Per qualsiasi problema utilizzate il nostro blog, sono disponibilissimo a farmi da tramite, con i nostri eccellenti vertici, che ( dovete comprenderli ) sono ultra-impegnati in ogni dove del Veneto, sia per incontri pubblici, per la campagna elettorale, oltre che con radio, TV e giornali a carattere nazionale e particolarmente internazionale.

    Un cordiale saluto a tutti.

    CrisV 🙂

    PS: Perdonate eventuali errori, ma sto scrivendo senza rileggere per ragioni di tempo

  4. Vi aspetto con ansia a Cittadella ! A questo paese che è una roccaforte leghista (anch’io sono stato leghista per quasi vent’anni) bisogna far capire che ormai la Lega è un partito come tutti gli altri da cui non ci si può aspettare più nulla di buono e che l’unica vera alternativa è l’indipendenza del Veneto ! Mi rattrista non poco rendermi conto che i politi leghisti veneti invece di appoggiare la causa si stanno opponendo e intralciando il percorso degli indipendentisti…. e questo solo perchè anche per loro come per tutti gli altri l’unico obbiettivo veramente importante è “tegnerse a carega” !!! io sinceramente sono contrario alla partecipazione del movimento alle politiche italiane perchè ormai noi dobbiamo considerare l’Italia un paese straniero e anche perchè visto che non è conosiuto da tutti mi aspetto un risultato poco entusiasmante che potrebbe spegnere gli animi… Trovo molto più importanti le amministrative locali dove potremmo raccogliere ottimi risultati e perchè penso che se i comuni principali del Veneto avranno come primo cittadino uno di Indipendenza Veneta aumenterebbe moltissimo la forza del movimento e lo renderebbe noto a tutti ampliando così il favore della gente e legittimando una volta per tutte le nostre pretese.

    1. farsi conoscere da più gente possibile attraverso l’accesso gratuito nelle televisioni è stato il motivo principale che ha indotto i dirigenti di Indipendenza Veneta a presentare nel Veneto la propria lista con un solo punto programmatico: affermare l’Indipendenza del Veneto… il che vuol dire che se si raggiungesse, come lontana ipotesi, il 50 più uno già da subito saremmo indipendenti! E’ chiaro che il percorso è lungo e non passa certo per Roma, lo hanno spiegato bene su questo sito, ma poter fin d’ora pronunciarsi in favore di Indipendenza Veneta ci toglie quanto meno dall’imbarazzo di scelte inconcludenti e ci permette di rafforzare l’intendimento di noi veneti.
      Sabato 16 saremo a Venezia per dare appoggio alla presentazione delle modalità per il referendum che speriamo si possa tenere entro l’anno.
      Con il nostro voto dato fin da oggi contribuiamo anche fisicamente a sostenere quello che andremo a dichiarare nel referendum.
      Il nostro destino è essere indipendenti e, se vogliamo, ciascuno di noi può affermarlo già da subito.

  5. Ero presente della serata e durante la risottata finale ho avuto occasione di scambiare qualche parola con l’avvocato Alessio Morosin. Ho trovato davanti a me una persona estremamente preparata, umile, determinata, con una carica interiore inesauribile e contagiosa. È di persone così che abbiamo bisogno ragazzi, sogno un Veneto indipendente guidato da un vero patriota come lui! Grazie Alessio, a buon rendere!
    Viva San Marco!

Lascia un commento