CHI SIAMO

L’obiettivo di INDIPENDENZA VENETA è il raggiungimento dell’indipendenza del Veneto, attraverso metodi democratici e pacifici.

INDIPENDENZA VENETA è un’organizzazione moderna e snella, che si basa su gruppi territoriali che condividono l’obiettivo dell’indipendenza e quattro principi fondanti: il principio della proprietà privata, come estensione del più generale principio di libertà individuale; il rifiuto di ogni forma di discriminazione razziale, sessista, linguistica, di convinzioni religiose, filosofiche, o politiche; l’accettazione dei principi di legittimità democratica e della non violenza; l’accettazione delle norme del diritto internazionale.

Noi riteniamo che sia necessario fare un salto di qualità nella politica veneta. Per tale ragione abbiamo privilegiato la preparazione di approfondite proposte di programma che riescano a superare la sterilità di slogan vuoti e populisti.

In INDIPENDENZA VENETA sono già confluite un gran numero di persone, comprese personalità di elevato spessore culturale, di notevole preparazione, reputazione e levatura anche accademica e di respiro internazionale.

INDIPENDENZA VENETA è per un’indipendenza veneta moderna e responsabile, per un’economia veneta forte e libera, per un Veneto giusto, sicuro, tollerante e aperto all’Europa.

INDIPENDENZA VENETA concepisce l’organizzazione della futura comunità nazionale indipendente basata sui seguenti principi costitutivi:

  • il cittadino viene prima e al di sopra dello stato;
  • l’esercizio della sovranità popolare si attua in forma diretta senza limiti;
  • le comunità si organizzano in forma federale secondo il principio di sussidiarietà e nel rispetto dell’autodeterminazione.

31 risposte a “CHI SIAMO”

    1. Mi dispiace per te Franco, ma se la Padania avesse avuto 1.100 anni di storia come la Repubblica Serenissima, con una bandiera, una moneta ed una lingua propria farebbe giustamente come sta facendo il veneto. Auguri

  1. Io sarò sicuramente tra i sostenitori di INDIPENDENZA VANETA,il problema è però costituito dal fatto che nell’attesa (penso servano almeno 5/8 anni ben che vada) l’intera Italia soccomberà, trascinando con sè anche il Veneto. Contestualmente alla doverosa battaglia per L’indipendenza del Veneto, penso, sia indispensabile combattere la battaglia contro la vasta area del parassitismo che infesta l’intera Italia, compreso il Veneto e che colpisce oltre alla politica, la burocrazia, gli organi dello stato, la magistratura, un’infinità di centri di potere e parte della società civile. Nell’attesa dell’indipendenza non possiamo permettere che il Veneto e l’intera Italia diventino un deserto improduttivo per l’ingordigia dei parassiti. Abbiamo il dovere di intervenire sostenendo l’azione di efficientamento del sistema Italia,
    dando forza a coloro che si proporanno tale obbiettivo e ciò potrebbe agevolare anche l’azione di indipendenza del Veneto (senza i parassiti o riducendone il peso tutto sarà più facile). La desertificazione produttiva del Veneto non giova a nessuno, tantomeno ai veneti. Vivi Saluti da Padova. Luciano Sturaro

    1. Guarda che stiamo già pagando tutti i giorni per sostenere questo castello di carta che si chiama italia: pil veneto + 1,25% pil siciliha a -10%
      ora però non ce la facciamo più ed inoltre questo governo “bocconiano” ha il chiaro interesse di promuovere le lobbie internazionali a scapito delle piccole e medie aziende che, guarda caso, sono quelle tipiche del veneto, e sono le uniche che pagano le tasse: non mi dirai che la fiat paga le tasse in italia…. ora è giunto finalmente il momento di aprire i nostri libri di storia veneta e di prendere coscienza che noi siamo un GRANDE popolo!!!! tempo 1 anno e saremo indipendenti!

      1. Ti ricordo che il Lazio ha 25 miliardi di euro di debito, la Sicilia 6 miliardi, senza contare la regione Calabria che non ha neanche il bilancio, quindi non si sa quanto si continui a rubare. Chi pagherà quei debiti? Il tesoretto di 11 miliardi di euro che quel fe…te di Prodi accumulò con severi controlli fiscali nel 2007(ad Albaredo d’Adige un panificio dovette chiudere per 3 giorni perchè non fece scontrini-e al sud che vendono il pane per le strade vi furono controlli?), sai che fine fece? Il deputato del pd Ichino dichiaro che gli 11 miliardi servirono per ripianare i debiti di alcune regioni del sud. Prodi riuscì a ripianare i debiti delle regioni malavitose, ma non riuscì a fermare i furti continui nelle regioni. Monti fa la stessa cosa, prende dal nord per ripianare i debiti delle regioni del sud.
        Nessuno riuscirà a porre rimedio alla Sicilia se non i siciliani stessi e la stessa cosa vale per le altre regioni. Ancora adesso si derubano i veneti per le regioni del sud. E’ vergognoso che i governi italiani abbiano continuato a rapinare le regioni del nord da decenni!!!

      2. Caro Roberto,sono 20 anni che sento parlare di Veneto indipendente, come leghista secessionista convinto sono stato declassato nel 2005, perchè reagivo ai troppi aspiranti parassiti che erano dentro alla Lega nord e non mi sono più iscritto a tale partito.
        L’indipendenza del Veneto credo diverrà realtà in tempi non brevi, non prima purtroppo di 5/8 anni ben che vada, ragione per cui, pur disponibile a lavorare al vostro fianco, al momento cerco di tenere alta la necessità e l’urgenza di spazzare via i parassiti che infestano, ben oltre la politica, l’Italia intera, compreso anche il Veneto che, a mio avviso, dovrà essere pure bonificato dai parassiti, affinchè non soccomba sotto il loro peso.
        Dichiaro di amare il Veneto,ma disprezzo la burocrazia ingombrante, la legislazione asfissiante e i tanti inutili centri di potere che non fanno del Veneto una parte migliore dell’Italia, se non fosse per l’eccellenza delle sue piccole e medie attività produttive.
        La sensibilizzazione sulla necessità di liberarci dai parassiti che sto portando avanti, penso, caro Roberto, sia importante anche per Te e, quindi, in attesa del Veneto indipendente che verrà non certamente tra un anno, Ti invito a portarla avanti con me.
        Vivi Saluti da Padova
        Luciano Sturaro

    2. Luciano, tra 5/8 anni? Ma scherzi? Già tra un anno il Veneto sarà distrutto! Ma sai cosa sta facendo la GDF in Veneto? Al mercato ad un banchetto di 3 metri quadri di bigiotteria da quattro soldi, 5 finanzieri che controllavano collane ed altro che non avevano il prezzo una ad una. Fecero un verbale lungo 30 cm di merce che non aveva etichetta. Tutto ciò in Veneto mentre al sud si evade senza ritegno. Le imprese venete chiudono per gli eccessivi controlli, ed i consiglieri regionali prendono tempo per decidere se discutere o no SE FARE IL REFERENDUM per l’indipendenza. Se i Siciliani avessero il reddito del Veneto, avrebbero già fondato lo Stato siciliano. I nostri consiglieri purtroppo non hanno l’intelligenza dei siciliani, altrimenti avrebbero già stabilito la data del referendum!!!Stiamo affondando con l’Italia e dobbiamo continuare a remare nonostante ciò. Bisogna essere degli imbecilli essere contro la nostra libertà!!!

  2. Sono con la vostra idea di indipendenza, la storia insegna che il popolo veneto può fare grandi cose, però sono già stato scottato dalla Lega, sembrava un movimento che voleva rompere con gli schemi della “politica” praticata e invece poi vi si è adeguato; voi cosa volete diventare un M5S?, un partito?

    1. Ruggero, la Lega ha preso in giro milioni di elettori, il sottoscritto compreso, con federalismo e balle varie. Questo movimento ha lo scopo di rendere il nostro paese il Veneto, uno Stato indipendente da un’Italia, a mio avviso corrotta a livello da quarto mondo. Cosa abbiamo noi veneti in meno di paesi come Austria o Serbia per non essere indipendenti? Abbiamo bisogno di essere governati da Roma? A me sembra che di danni, i vari governi italiani del passato ne abbiano fatto abbastanza.Con M5 continueremo a far parte di un paese corrotto, mentre noi abbiamo bisogno di libertà, cosa che l’Italia ci ha sempre negato,anzi,ha favorito l’infiltrazione di mafiosi nel nostro Veneto.

    2. noi vogliamo scrollarci di dosso la merda nella quale siamo stati immersi per decenni e che oggi ci sta soffocando….altro ke partito!
      A tal proposito, mi viene in mente una massima di Mao ke fa: Se ti trovi immerso nella merda fino al collo, non gridare aiuto poikè ti entrerà in bokka e soffokerai
      Forse voleva indikare di darci da fare per tirarcisi fuori..agendo.
      VIVA IL VENETO INDIPENDENTE!!
      VIVA SAN MARCO!!

  3. Ieri sera, si è tenuta un’importante conferenza a Lonigo, con relatori Pizzati e Busato, che ci hanno illuminato riguardo il percorso politico e socio-economico d’IV.

    La sala considerava 122 posti totali a sedere.
    Escludendo i relatori e qualche posto vuoto, saremo stati un centinaio, comprese le persone in piedi in fondo sala.

    Teniamo presente che in giugno c.a. si era tenuta analoga conferenza, in Lonigo, organizzata da VS e avevo contato ( comprendendo me stesso e un amico ) 36 persone complessive in una saletta molto piccola.
    Circa metà di questo totale erano militanti di VS.

    Questo per dire, che la risposta della cittadinanza all’attuale scellerato stato delle cose, comincia a rispondere in tutta la sua civile, ma ferma reazione.
    Chiaramente Vicenza non è Treviso in termini di ampia risposta popolare. La provincia di Treviso, in termini indipendentisti, è straordinariamente più evoluta della nostra.

    Degno di nota è l’episodio che ha visto il segretario provinciale vicentino di VS, sottoscrivere la nostra petizione.
    Ciò testimonia la validità della serata, pregna d’interventi e domande pertinenti che testimoniano attenzione e interesse.

    Non trascurabile il fatto, che alla fine della serata, ci siamo intrattenuti con i nuovi simpatizzanti e iscritti, per illustrare le prospettive future d’ambito della Nuova Repubblica Veneta Indipendente.

    Oltre a tante firme per il referendum, si sono avuti anche nuovi iscritti, compreso un mio discepolo marziale. 😉

    Il Sanda, straordinaria forma di combattimento orientale, che pratico e insegno da 33 anni, entra anch’esso a pieno titolo metaforico, nel panorama indipendentista. 🙂

  4. Io vorrei iscrivermi ma ho alcuni dubbi con chi farlo. Con indipendenza veneta o veneto stato? Mi potete spiegare quali sono le differenze? Perchè a quanto pare(leggo nel sito di V.S.), Veneto Stato è riuscita a farsi ricevere e a consegnare la prima risoluzione referendaria per l’indipendenza presso regione Veneto(con tanto di foto).
    Al contrario, mi sembra che indipendenza veneta sia più presente sul territorio e punti a livello europeo.
    Grazie e scusate per le domande forse frivole.

  5. Giorgio.. vai nel sito “indipendenzaveneta.net” e leggi, così potrai capire perchè vs in oltre 2 anni di presenza kome movimento non ha mai conkluso un kazzo e adesso si arroga vanto e gloria
    …Indipendenza veneta si è kostituita da soli sei mesi e siamo quasi nella dirittura di arrivo.
    Se dopo questo hai ankora dei dubbi…mi dispiace per te.
    ciao e…VIVA SAN MARCO!!!!!!!
    P.S. PORTA KONOSCENTI PARENTI E AMICI A KONOSCERE QUESTA NOSTRA REALTà E MANDALI A FIRMARE

    1. Comunque su Veneto Stato dicono che voi siete i “fighetti” mentre loro sono la vera forza per un veneto libero!
      Cara cianela non è semplice per uno inesperto come me! Però mi sa tanto che mi iscriverò al vostro movimento, ostrega.

      1. Vedrai Giorgio, che non ti pentirai di scegliere IV ( Indipendenza Veneta ).
        Il nostro è un ambiente poolitico e motivazionale, dove tutti si possono esprimere e realizzare liberamente, in funzione delle proprie capacità espressive ed esecutive.
        Ogni singolo nostro militante, ma anche un semplice simpatizzante impegnato, per noi è una risorsa preziosa e ogni proposta del singolo, viene vagliata con attenzione e rispettoso riguardo.
        Nessuno si permette di sghignazzarti in faccia, mentre esprimi il tuo pensiero, o formuli proposte. I signori ” Sotutomì ” o i ” capetti “, da noi non sono di casa e neppure graditi !

        Non copiamo di certo gli altri, magari mandando emissari alle riunioni altrui, oppure ricercando sino negli anfratti internautici più remoti, ogni nuova idea che tracci la linea politica interna.
        Noi abbiamo chiaramente in mente il progetto di cosa si deve fare, per ottenere l’indipendenza e soprattutto, abbiamo i migliori uomini e donne disponibili, per realizzarla.
        Lo dico sempre : ” E’ solamente una questione di tempo, per ottenere la nostra libertà dal giogo stivaliero ”

        I nostri vertici, sono più coordinatori e supporti esperti, che ” capi ” e ” capetti”, come li intendono in VS. Si ascolta tutti, perchè per noi questo è un esercizio alla Democrazia Diretta, principio secondo cui, per i nostri progetti, verrà governata la futura Repubblica Veneta.

        Le nostre riunioni interne, non sono mai terminate con urla,ingiurie, spinte e scazzottate.
        Non ci chiamiamo ” Fratelli ” per poi trattarci da ” fradei=cortei “, ma ci sentiamo certamente amici e patrioti, uniti moniliticamente da un grande ideale.

        Guarda infine lo schema delle nostre realizzazioni, e poniti una domanda Giorgio : Se in pochi mesi IV ha realizzato questo, cosa realizzerà in uno-due-tre anni ?
        E’ essere fighetti, saper realizzare, concretizzare, unire, anzichè parlarsi addosso inutilmente ?
        E’ forse un male aver studiato, essere laureati e prepararsi al meglio per i compiti che in futuro ci attenderanno ?
        E’ essere fighetti, avere persone qualificate per ogni circostanza, specie quando si parla in pubblico o con i media ?
        E’ essere fighetti, sottoporsi a corsi di miglioramento personale per imparare l’arte della retorica, la motivazione personale e un nuovo stile politico ?
        E’ essere fighetti, aver forzato il consiglio regionale a proporre un referendum per l’Indipendenza di un popolo, stanco di sottostare alle pastoie stivaliere ?

        So di certo che in VS, più di qualcuno ” gufa ” e spera in NIET del consiglio regionale, all’indizione del NOSTRO referendum per la NOSTRA indipendenza.
        Uno di questi, è il ritardato che ci accusa di voler concorrere alle poltrone del parlamento romano, nonostante le riprove della nostra volontaria esclusione.
        A costui, in fondo, in fondo, gli è rimasto quel criterio comunista ottuso e maligno, che possedeva in giventù quando simpatizzava per queste frange politiche estreme.
        Gente come questa, preferirebbe morire italiana, anzichè ottenere l’indipendenza, grazie particolarmente la gran lavoro di ogni singolo militante d’Indipendenza Veneta.
        Noi siamo una squadra, coesa, compatta, pacifica e felice.
        Le primedonne e i dittatori, da noi, al momento, non sono neppure all’orizzonte.

        Solo questo, ti può far capire quale possa essere la scelta migliore.

        Ad Maiora

        CrisV

        http://indipendenzaveneta.net/wp-content/uploads/2012/11/IV-2012.png

        1. Salve a tutti, io mi sto per iscrivere al movimento. Mi iscrivo perchè penso che , rispetto ad altri stati come la Francia o Germania, il senso di appartenenza alla nazione per l’Italia non valga. Siamo tanti stati raccolti in un unico e imposto involucro di nome italia. Ogni parte d’Italia ha la sua storia, la sua lingua (il dialetto) e la propria cultura.
          Se parli con un Veneto, un Siciliano, un Trentino, un Toscano, un Sardo,…. non sentirai mai dire “sono fiero di essere italiano”, ma per prima cosa dirà che è Veneto, Siciliano, Lombardo, Sardo, Toscano, etc….
          Per cui se per primi riusciamo ad avere l’indipendenza veneta, secondo me faremo solo un piacere agli altri popoli che vivono nella penisola a procedere con la stessa determinazione e anzi diventeremo un esempio di come si possa pacificamente riprendersi in mano la propria PATRIA e NAZIONE!
          Spero di aver trasmesso il senso di quello che voglio dire.
          P.S: chi è indipendenzaveneta.org? Fa parte del movimento?
          Mauro
          San Martino di Lupari

          1. Indipendenza Veneta.org è rappresentata dal Signor Albert Gardin, che ne ideò per primo il logo e la definizione.

            Albert l’ho visto a Treviso, in prima fila, alla fondazione del nostro movimento.
            Ritengo quindi egli sia un nostro sostenitore e forse iscritto al movimento stesso.

            Saranno più precisi gli amici del direttivo su questo ultimo punto.

            Concordo in pieno con quanto hai esposto.
            Sono anch’io convinto di quello che ho definito : ” effetto domino indipendentista ” !
            Presto o tardi molte altre attuali regioni, chiederanno l’Indipendenza dallo stivale pullulante di marcescenza.

            Aggiungo una cosa:
            Due suicidi negli ultimi due giorni.
            Sempre piccoli imprenditori. Un elettricista e un verniciatore artigiani.
            Tutti si ostinano, specie gli appartenenti all’abomio statale, a dare addosso l’evasione dei piccoli imprenditori.
            Ma nessuno si cura di verificare i 90 miliardi di euro, che ogni anno, si perdono in tangenti percepite ILLEGALMENTE e IN NERO, da funzionari e piccole tacche, del Sistema stivaliero.
            Questa è la vera evasione e una delle peggiori schifezze di questo Stato indegno di essere definito Nazione !

            Perchè una Nazione ascolta sempre le esigenze della sua gente, del suo popolo !
            Uno Stato invece è simile ad un arcigno speculatore incurante del popolo che si ammazza per la diseprazione e il malgoverno !

            Uniti per l’Indipendenza Veneta e di tutti i popoli sovrani per diritto umano !

            Benvenuto tra noi Mauro, sarò onorato di conoscerti di persona alla prima occasione utile !

            CrisV 🙂

            V = VITTORIA
            V = VENETO

            https://www.youtube.com/watch?v=qo-2RUc_cQI

    1. Questa volta Roma a guardato il Veneto!!!! Il governo centrale finalmente a dato uno sguardo anche a noi veneti! Riporto quello che c’è scritto sul sito del sole 24ore riguardante una norma contenuta nel decreto “legge di stabilità” riguardante VENEZIA:

      STRETTO DI MESSINA E MOSE
      Si riducono di 100 milioni le risorse destinate al Mose per il 2013-2016. Il finanziamento del Fondo per lo sviluppo e la coesione viene destinato all’attuazione delle misure URGENTI per la ridefinizione dei rapporti contrattuali con la Società Stretto di Messina.

      Avete capito bene??????????? Forse è una fortuna che blocchino quel mostro davanti a Venezia, ma continuare a buttare i soldi per quel maledetto ponte sullo stretto BASTA!!!!

  6. CHE COSA E’ SUCCESSO? Ieri sera ho ascoltato i vari interventi sulla trasmissione FOCUS su reteveneta. Quel signore che rappresentava VS ha detto chè è stata una farsa il consiglio regionale, che quelli come IV dicono il falso, che IV è praticamente un movimento della LEGA!!!!! Solo Vs ha lottato per l’indipendenza e il REFERENDUM. IV, invece, non ha fatto nulla se non quella di presentare una risoluzione inutile e priva di contenuti. Praticamente solo VS sta con i veneti e porta avanti questa causa. Andate sul sito di VS e leggete quello che scrivono. Che roba ragazzi, si vede proprio che VS non è un movimento ma un partito con ambizioni da poltrona!

  7. penso che non dobbiamo combattere la lega o udc o pdl ma fare una grande coalizione e convincere
    tutti i veneti a votare indipendenza x conviene a tutti essere indipendenti.

    1. Cosa vuoi dire a quei somari di consiglieri regionali veneti che quando si votò per approvare la risoluzione 44 per indire il referendum uscirono dalla sala consiliare?
      Coma fa una persona normale, non prendere in considerazione nemmeno una discussione sull’indipendenza del Veneto dall’ italia?
      Possibile che questi consiglieri non abbiano un minimo di dignità?
      Possibile che non si rendano conto di ciò che sta accadendo in Veneto?

Lascia un commento