FAME

manuelDopo una prima analisi e soprattutto dopo aver incrociato lo sguardo con gli eroici protagonisti, considero l’azione di due amici come Anna e Maurizio un autentico sconquasso, per le poco allenate menti di noi veneti, e anche quelle di loro, gli italiani, nel campo delle rivolte “delicate” , quelle per intenderci che vengono definite le rivoluzioni sul velluto.
Noi Veneti siamo un popolo che preferisce soffrire nell’intimità , coprendoci dallo sguardo del mondo, spesso più curioso che partecipe, con un impenetrabile muro di dignità, chiusi, incapaci di chiedere aiuto e supporto, votati per questo il più delle volte a prendere decisioni autodistruttive.
Per gli altri invece, gli italiani ( non i popoli italici ndr.) l’atteggiamento di colpevole superficialità con il quale affrontano le quotidianità del mondo impedisce loro spesse volte di percepire e comprendere ciò che gli succede intorno, dai piccoli ai grandi avvenimenti.
Per questo l’azione forte e non consona per queste latitudini, di due persone eccezionalmente
” comuni” , in questo caso l’aggettivo “comuni” sta ad esaltare la straordinarietà degli stessi, sapientemente sbattuta in faccia all’opinione pubblica, nell’auspicio che sfoci quanto prima nel risultato sperato, sicuramente metterà a nudo e renderà impossibile giustificare l’atteggiamento menefreghista di taluni responsabili nostrani, che adagiatisi in un comportamento molto italiano ( vedi sopra) cercano affannosamente riparo dietro un dito che comincia a perdere falangi, colpevoli di portare i propri conterranei ad espressioni estreme di protesta, più naturali per bonzi o monaci shaolin che per mature e belle ragazze ventenni o affabili e determinati gentiluomini trevisani.
Provo un senso di NON quantificabile ammirazione per il coraggio e l’ardire di Anna e Maurizio, e di contro un’enorme amarezza e vergogna nel soffermarmi a pensare, al profondo abisso in cui stiamo vivendo e di come e perchè ci siamo ritrovati qui, contagiati da un malcostume tipicamente peninsulare, e come quest’ultimo sia dilagato e sponsorizzato anche qui da noi con colpevole ignavia da parte nostra.
Indipendenza Veneta, grazie alla sfrontata determinazione di Anna e Maurizio, ancora una volta oltre a dire ciò che vuol fare, fa quello che dice nel pieno rispetto dei principi caratterizzanti il movimento e la sua azione politica: democraticità, legalità, non-violenza…e tanta, tanta determinazione.
Adesso portiamo avanti lo sforzo di questi due veneti che affrontano una prova così dura e impegniamoci tutti ad abbattere quel muro di omertà che ci circonda sfamando (termine usato a proposito) tutti i nostri compatrioti che hanno fame di speranza e dignità.

Manuel Carraro
Consiglio Direttivo Nazionale
Indipendenza Veneta

5 risposte a “FAME”

  1. Ammirevole intervento, sopratutto nella prima parte dove definisce la vera natura, cultura e caratteristica del genoma…. del DNA di noi veneti.
    Un quadro perfettamente corrispondente e realistico
    Ammirevole intervento…così com’è ammirevole il nostro Manuel !
    Sentiti e vivissimi complimenti Manuel!

  2. Carissimo Manuel, questo tuo trattato è a dir poco straordinario, per l’analisi psicologica e sociale del nostro popolo spesso contradittorio, comunque in genere sempre pronto ai sacrifici unici per l’ottenimento di un risultato che è rivolto a tutti. Questa azione in particolare, che purtroppo qualcuno ha criticato come “pietosismo” , come porsi alla pietà generale, pochi fortunatamente, pochi che non hanno la sensibilità e troppo spesso l’intelligenza per capire la ragione profonda che spinge ad attuare questa azione.
    Complimenti e ammirazione indiscussa per ANNA E MAURIZIO, e ancora a te menestrello VENETO
    : WSM
    Franco

  3. Bellissime e profonde le parole di Manuel.Parole che ci fanno riflettere sull’importanza di questo sacrificio di Maurizio e Anna.Due persone che stanno lottando per i nostri diritti per i diritti del popolo Veneto.
    Questa domenica io e mio marito molto probabilmente verremo in sede a Treviso per trovare i nostri due amici e dare loro forza e sostegno.Ci faremo più di 200 chilometri ma lo facciamo volentieri.

  4. Mi unisco alle dimostrazioni di stima a sostegno dei nostri due patrioti Maurizio ed Anna.
    Spero possano ottenere la meritata visibilità, nonostante la situazione scandalosa dei mezzi di comunicazione nazionali (Rai, Mediaset, etc..).
    Anche oggi nessun commento sull’ennesimo suicidio causato da una stagnazione economica e sociale causata dal moloch italiano.. evidentemente nessuno vuole vedere e far vedere, gli effetti del fallimento italiano.
    Riporto il link della notizia, cercando di dare dignità a chi, non avendo più nulla se non la propria vita, decide di strapparsela e gettarla in faccia ai chiaccheroni su sedie comode..
    Se avessero una coscienza.. forse.. capirebbero che l’ora dell’Indipendenza è già suonata.

    http://www.gazzettino.it/nordest/treviso/imprenditore_suicida_le_lunghe_giornate_al_bar_in_attesa_di_un_colpo_di_fortuna/notizie/258456.shtml

Lascia un commento