Video: Gianluca Busato a ROSSO e NERO (TeleNuovo) – 27 Febbraio 2013


Schermata 2013-02-28 alle 11.16.32Gianluca Busato (Portavoce INDIPENDENZA VENETA) su ROSSO E NERO di TeleNuovo, programma condotto da Antonella Manna del 27 Febbraio 2013.

18 risposte a “Video: Gianluca Busato a ROSSO e NERO (TeleNuovo) – 27 Febbraio 2013”

    1. Giuliano, torna dai tuoi amici perdenti di VS, perchè quello è esattamente quanto meriti !

      Gianluca ci rappresenta ottimamente, con competenza, pertinenza di dati e proprietà di linguaggio.
      Inoltre sta svolgendo un lavoro grandioso dietro le quinte, che molti neppure immaginano a favore di tutti noi !!!

      Gente come te, che non conosce, deve solo tacere, per evitare di far sfigurare l’intera compagine indipendentista.
      Gianluca è un elemento irrinunciabile nel nostro movimento.
      Possiamo andarcene da IV tu e io e cento altri come noi, ma LUI no !!!
      L’ho sempre sostenuto con le unghie e con i denti in passato e lo ri-tutelo con rinnovato slancio.

      Quindi Giuliano, zitto e mosca e parla solo di quanto ti è proprio.

    2. Chiarisco che chi ha scritto qui sopra alle 11.20 NON sono io,che a volte scrivo solo col mio nome di battesimo.Si tratta senza dubbio del solito chiavegato e banda bassotti che cercano di seminare zizzania tra di noi,per rifarsi dalla umiliazione elettorale.Invito chi si è firmato con tale nome a mettere anche il cognome,onde evitare SPIACEVOLI INCONTRI col sottoscritto.

      1. Ciao Giuliano Dal Maso,

        Avevo compreso che l’altro Giuliano, era solamente un mistificatore in vena di provocazioni e non uno dei nostri 😉

        Chiaramente, Giuliano, per lui, è solamente uno pseudonimo.
        Il suo IP ha sede nella provincia di Verona.

        Un cordiale saluto.

        CrisV 🙂

        1. Grazie Crisvi,non avevo dubbi sul fatto che fosse un veronese di v.s. e spero che i militanti di qualsiasi movimento indipendentista veronese riescano a fare pulizia di certe mele marce che mai hanno portato vantaggio alla nostra causa.

    3. Ho appena visto il filmato e Gianluca è stato bravo, aggressivo ma bravo.
      Soprattutto ha sottolineato la difficoltà delle imprese che chiudono continuamente.
      Si è dimenticato( e ritengo grave) di dire che solo abbassando drasticamente le tasse, le imprese non delocalizzeranno più in Austria e Svizzera, cosa che l’italia non potrà mai concedere perchè ha bisogna dell’eccessiva pressione fiscale per mantenere un’apparato governativo costosissimo.
      Doveva semplicemente affermare:
      1)Vi è una scelta da fare: o restare annessi all’italia e destinati a fare la fine della Grecia, o fondare la repubblica veneta governata da veneti, che hanno dimostrato la loro superiore capacità manageriale rispetto all’italia, basta pensare al nostro nord est produttivo che si sta disintegrando colpa dell’italia, delle sue esose tasse.
      Sono cose semplici che anche le persone semplici capiranno, e bisogna dirle perché è la verità.
      Gianluca, non dimenticare mai di esprimere il paragrafo 1, che è importante e tu lo sai meglio di me, però te lo sei dimenticato.
      E’ da quando è nato il movimento che seguo le tue interviste oltre alle varie manifestazioni ,cominciando da maggio dell’anno scorso. Vai Gianluca sei un pilastro di IV, e non fermiamoci fino ad indipendenza ottenuta.
      Crisvi, non essere troppo aggressivo. Si può discutere.

      1. Adriano Giuliano,

        Cos’è ? Vai forse per empatia, a causa dell’assonanza del nome ?
        Non ti preoccupare, che quello che all’inizio si è firmato ” giuliano “, ha un nome e cognome totalmente diversi e, un tempo, ha avuto un ruolo importante in seno all’organizzazione dei nostri ” cugini di campagna “.
        E’ qui dentro con esclusivamente per dileggiare e provocare e fin’ora ha utilizzato nicknames diversi.

        Altra cosa :
        Per quanto ti sforzerai d’andare d’accordo con tutti, per quanto t’impegnerai a renderti umanamente duttile e malleabile, non riuscirai mai e poi mai a renderti simpatico e apprezzato da tutti.
        Pertanto conio un nuovo slogan : ” preferisco scegliere ! ”
        Specie con chi debbo accompagnarmi in un percorso tanto difficile e impegnativo, quanto quello che stiamo affrontando.

        ” Uomini e non caporali “, soleva affermare l’uomo di mondo Totò ( al tempo in cui anche i comici erano grandi artisti e non semplici istrioni demagoghi )

        ” Legere enim et non intellegere neglegere est ” ( Leggere e non comprendere, è come non leggere )

  1. Bravo, Gianluca! lucido nell’analisi e chiarissimo nell’affermare gli obiettivi… certo che a tener fronte a certe teste, leghista compreso (l’ho sentito in diretta ieri)… si vede lontano un miglio che, non so se è solo un’impressione, non sanno nè cos’è il lavoro vero nè che pesce pigliare per stare a galla… comunque, una cosa è chiara, prima ne usciamo meglio sarà! diventerà presto inevitabile che ce ne dobbiamo andare per la nostra strada se vogliamo salvarci…

  2. è chiaramente lampante che NON TI FANNO PARLARE e spiegare come ottenere l’indipendenza e purtroppo l’ignoranza regna sovrana….. porta pazienza gianluca ma…. tien duro và sei tutti NOI..!

  3. Ribadisco tutta la mia ammirazione per l’immenso lavoro svolto dal nostro vice-presidente,per la determinazione unica da trascinatore per tutti noi.La capacità di esprimere ed esporre nel modo più chiaro possibile l’idea indipendentista poi fa di lui il nemico numero uno per chi cerca da sempre di ostacolarci.L’inferiorità di chi lo attacca è palese,visto in tv l’ex presidente di v.s. è stato capace di farsi cacciare….non servono altri commenti.

  4. ho appena visto il video di rosso e nero Gianluca dimmi chi è quella signora anziana vestita di rosso che ti interronpeva di continuo poi la invito nella zona del Bassanese dove io vivo da 63 anni e come imprenditore tra poco me ne devo andare in Carinzia per poter dare da mangiare alla mia famiglia e le mostrerò la desolazione industriale che c’è nell’area Bassanese una volta polmone produttivo del veneto dopo la visita che gli farò fare le chiederò io delle cose molto serie e vediamo se ha il coraggio di rispondere VIVA INDIPENDENZA VENETA E VIVA GIANLUCA!

    1. Noi veneti siamo troppo dissimili culturalmente da altri popoli della penisola.
      Purtroppo l’indipendenza quando la otterremmo sarà tardi perché il tessuto industriale veneto sarà già distrutto, ed è colpa dei sinistroidi come la Puppato o quelli del pdl come Cortelazzo che non vogliono assolutamente permettere a noi veneti di essere liberi.
      Abbiamo dei consiglieri regionali che sono i primi nemici di noi veneti.
      Lo sanno anche loro che le aziende scappano per l’eccessiva pressione fiscale e la burocrazia, ma se ne fregano; questo è il problema.

Lascia un commento