Pizzati a ReteVeneta

pizzati rete veneta

Il Prof. Lodovico Pizzati (Segretario INDIPENDENZA VENETA) su FOCUS di ReteVeneta, programma condotto da Luigi Bacialli del 13 Febbraio 2013.
Indipendenza Veneta persegue un percorso legale, pacifico e democratico per l’autodeterminazione del popolo veneto secondo il diritto internazionale, riconosciuto dallo stato italiano.
L’obiettivo di Indipendenza Veneta è la completa indipendenza politica tramite un referendum con monitoraggio internazionale.

6 risposte a “Pizzati a ReteVeneta”

  1. Ciao!
    Scusate se scrivo qui, ma non sapevo dove altro farlo.
    Solo un’info tecnica: ho visto che siamo stati i primi a mettere fuori i manifesti elettorali, nella zona dove abito (Sud Padova) ci sono (e questo è un bene). Girando però stamattina a Vicenza ho notato che lì non sono ancora fuori…non so i motivi, volevo solo avvisarvi nel caso dovrebbero essere già fuori…finchè sono pochi i manifesti la visibilità è molta…quindi è un bene essere tra i primi…

    Continuate così, grazie!!! 🙂
    Alberto

    1. Se gentilmente ci fai sapere i comuni che sono “sguarniti” provvedo ad informare l’area di competenza , in molti casi son passate delle “squadre” a tirar via i nostri manifesti , c’è bisogno di monitorare spesso gli spazi ! ciao grazie

      1. io non so se è solo qui, ma nelle zone del vittoriese non c’è traccia alcuna in giro di Indipendenza Veneta, eppure il simbolo è bello chiaro e visibile a distanza…
        non so se lungo strade di percorrenza verso il bellunese o sui colli verso Tarzo o verso il Cansiglio, Fregona o Colle Umberto, o da Conegliano lungo l’Alemagna e il Menarè…
        mi rendo conto che è zona difficile, per tanti apetti, ma il centro di Vittorio è un marea di studenti la mattina, forse non votano ma si interrogherebbero e a casa ne parlerebbero…

      2. La zona di Vicenza che è sguarnita parte dalla zona stadio verso il centro fino all’università (contrà barche)… in effetti c’erano diversi manifesti strappati (non nostri, ma di altri partiti), o meglio rovinati…qualcuno aveva tentato di strapparli ma erano ancora attaccati…i nostri invece nemmeno l’ombra…

Lascia un commento