Costermano (VR) si dichiara per l’indipendenza veneta

costermano

Anche il Comune di Costermano (VR) ieri 24 giugno ha approvato il progetto indipendentista, deliberando un’ordine del giorno a supporto del progetto di legge regionale 342/2013 che prevede l’indizione del referendum di indipendenza del Veneto il prossimo 6 ottobre 2013.

Costermano è il quindicesimo comune veneto e il terzo  della provincia di Verona (dopo Badia Calavena e Legnago) ad approvare l’ordine del giorno indipendentista. Grazie a tale delibera, sono più di 176.000 i cittadini veneti rappresentati da tale azione a favore dell’indipendenza del Veneto.

L’ordine del giorno indipendentista è stato approvato con con 8 voti favorevoli 4 astenuti e 1 assente.

Gianluca Busato
Portavoce- Indipendenza Veneta

6 risposte a “Costermano (VR) si dichiara per l’indipendenza veneta”

  1. 😀
    … chi si chiedeva “a cosa serve il supporto di un comune al progetto di legge 342/2013?” ora comincia a percepire il disegno generale: un corale inno di Democrazia e Libertà che abbraccia le terre Venete!

    W San Marco,
    W la Repubblica Veneta!

    Matteo da Brescia

  2. Vorrei che mi spiegaste una cosa. Mi sembra che la Lega Nord stia premendo per l’approvazione di un ordine del giorno da parte dei Consigli Comunali diverso da quello proposto da Indipendenza Veneta. Mi sembra che ciò sia già successo in Consiglio a Bassano del Grappa e venerdì prossimo sarà discusso anche a Rosà (questa informazione è stata reperita sul sito del Comune, che nell’ordine del giorno, al punto 2 riporta testualmente: MOZIONE PRESENTATA DAL GRUPPO LEGA NORD-LIGA VENETA “IL DIRITTO DELLA COMUNITA’ E DEL POPOLO VENETO AD AUTODETERMINARSI ATTRAVERSO REFERENDUM” – ILLUSTRAZIONE E DETERMINAZIONE). Siccome mi è nota la capacità leghista di confondere le acque e di annebbiare le menti, vorrei capire se i leghisti ci sono o ci fanno. Stanno proponendo un ordine del giorno alternativo privo di qualsiasi valore solamente per poi propagandare che anche loro hanno fatto qualcosa oppure non hanno capito un’emerita mazza? Dopo aver per anni propugnato la secessione della Padania, adesso sono diventati di botto contrari all’indipendenza del Veneto?

Lascia un commento