Congresso Indipendenza Veneta: Luca Azzano Cantarutti candidato a presidente nazionale

Il Congresso fondativo di Indipendenza Veneta entra nel vivo della propria fase pre-congressuale con la candidatura ufficiale a presidente nazionale del movimento dell’avv. Luca Azzano Cantarutti.

Riportiamo di seguito la lettera di presentazione della candidatura di Luca Azzano Cantarutti

Cari Amici,

sottopongo alla Vostra attenzione la mia candidatura per la carica di Presidente Nazionale del Movimento “Indipendenza Veneta”.

Le vicende di questi ultimi mesi hanno dato un rilevante impulso alla causa dell’Indipendenza Veneta, nonostante le diatribe provocate da fazioni che, con il loro livore, tentano di indebolire la nostra opera.

La competizione elettorale ci ha visti raggiungere risultati importanti, sino all’elezione del primo consigliere comunale nella persona di Davide Pozzobon. Un risultato raggiunto grazie all’impegno ed alla determinazione di tutti voi, da Lodovico ed Alessia sino all’ultimo dei Soci, un gruppo che ha lavorato coeso e con reciproco sostegno.

Sono certo di interpretare il pensiero di tutti nel ringraziare, in particolare, quanti hanno accettato di candidarsi alle elezioni amministrative esponendosi in prima persona per la causa dell’Indipendenza.

Mi piace poi ricordare il successo della marcia per l’Indipendenza svoltasi a Venezia il 12 maggio: festosa, colorata e, soprattutto, pacifica. L’unico incombente cui hanno dovuto ottemperare i (cortesi) Agenti della Polizia è stato quello di farsi fotografare con i nostri bambini sorridenti!

La crescita, dicevo, di un movimento tanto determinato quanto pacifico sfocia ora nel Congresso di fondazione di Indipendenza Veneta.

Non è questa la sede per discutere della linea politica del movimento; lo faremo insieme al Congresso.

Desidero qui illustrarVi le linee di programma che mi impegno a rispettare qualora Vogliate  concedermi la Vostra fiducia quale Presidente nazionale del movimento.

Le travagliate vicende trascorse dell’indipendentismo portano ad attribuire valore primario alla gestione democratica, fondata su regole condivise, del movimento.

Il Presidente rappresenta tutti i Soci e, quindi, deve garantire con il proprio costante operato che tutti i Soci si sentano pienamente partecipi della vita del movimento: non semplici iscritti, ma fautori a pieno titolo dell’Indipendenza del Veneto. Le regole della vita associativa sono quelle stabilite dallo Statuto (peraltro sempre modificabile dall’Assemblea dei Soci) e nell’ambito di queste regole ciascuno deve sentirsi tutelato nella propria azione.

Le linee di azione politica debbono essere stabilite e condivise dai Soci al Congresso ed applicate quotidianamente dai Dirigenti, ognuno dei quali (a partire proprio dal Presidente) deve render conto certamente alla propria coscienza etica ma altrettanto certamente a tutti i Soci.

Sarà mio preciso impegno garantire ai Soci tutti l’ascolto delle istanze ed il rispetto delle regole; Presidente di tutti i Soci, uniti da regole condivise che ci portano insieme verso l’Indipendenza!

Questo è un obiettivo che potremo raggiungere solo se lavoreremo insieme; ogni socio troverà in me un interlocutore disponibile e trasparente, consapevole di dover operare per un obiettivo importante da raggiungersi mediante un’azione fondata su valori etici prima ancora che politici.

Un abbraccio.

                                                                                                Luca Azzano Cantarutti

Una risposta a “Congresso Indipendenza Veneta: Luca Azzano Cantarutti candidato a presidente nazionale”

Lascia un commento