NATALE ASSIEME AL CANDIDATO SINDACO DI TREVISO ALESSIA BELLON

Sabato 22 dicembre dalle 12 alle 16 presso l’autofficina De Marchi sarà anche presentata la campagna “togliti il sassolino dalla scarpa”

Alessia-Bellon-800Il candidato sindaco Alessia Bellon è lieta di invitare i cittadini di Treviso per lo scambio degli auguri di Buon Natale e di Buone Feste presso l’autofficina di Angelo De Marchi, in via Montello 27 a Treviso, dalle ore 12 alle ore 16 di sabato 22 dicembre prossimo (link all’evento su facebook).
Nell’occasione si potrà fare un brindisi e degustare gustose specialità venete e trevisane.
La scelta di un’autofficina storica della nostra città e del suo generoso titolare per l’evento di sabato vuole significare proprio l’importanza che le attività economiche rivestono per il rilancio di Treviso. L’occasione del Natale deve far riflettere tutti sulla necessità che la nostra città ha di rivitalizzarsi con un nuovo corso che potrà essere assicurato solo da un’amministrazione giovane e preparata, come quella che sarà guidata dal prossimo sindaco di Treviso Alessia Bellon.

Quale migliore occasione allora per gli auguri di Natale del nostro prossimo sindaco, dato che si preannuncia anche la presenza di uno specialissimo Babbo Natale che allieterà i bambini.

sassolino-ivDurante l’evento sarà inoltre presentata la campagna “togliti il sassolino dalla scarpa”, attraverso la quale saranno raccolte preziose osservazioni, idee e anche malumori, che da oggi ogni cittadino di Treviso potrà inserire, anche nel totale anonimato, nelle cassettine che si potranno trovare nei locali del centro storico e nei quartieri chi aderisce all’iniziativa.

A tal proposito Alessia Bellon ha dichiarato: “le idee sono il primo motore del rilancio di Treviso e le migliori idee sono sempre quelle dei cittadini, che hanno la visione più ampia delle necessità, ma anche delle potenzialità inespresse della nostra straordinaria città d’acque. L’idea di chi vive Treviso è per noi di fondamentale importanza. Questo vuol essere uno strumento di democrazia diretta semplice e concreto per un 2013 che porterà il rilancio di Treviso grazie alla nostra amministrazione, nel segno dell’indipendenza veneta”.

Ufficio stampa
Alessia Bellon
Sindaco di Treviso 2013

5 risposte a “NATALE ASSIEME AL CANDIDATO SINDACO DI TREVISO ALESSIA BELLON”

  1. Formulo all’intero staff d’Indipendenza Veneta ( dirigenza; militanti; sostenitori; simpatizzanti ) il mio migliore Augurio per un Buon Natale e di un Felice Anno Nuovo.

    Il 2013 sarà un anno fondamentale per l’Indipendenza del nostro Veneto e avremo l’esisgenza di poter contare nuovamente sull’ottimo lavoro e sostegno di ognuno di Voi e su quello di nuove, forze fresche, che abbracceranno il nostro ideale.

    Chi rimarrà al fianco di IV, sarà l’artefice di una nuova era per il popolo Veneto.
    Un giorno la storia confermerà queste mie parole.

    Ancora tanti Auguri.
    Pace e prosperità.

    CrisV 🙂

  2. Per un certo tempo, non riscontrerete più i miei messaggi.
    Mi ritirerò nella ” riserva alpina “, in relax e meditazione.

    SHUMANI TUTANKA OH WHA CHI ( ” balla con i lupi “, in lingua Lakota ) torna nei boschi, alla ricerca del suo ” due calzini “, per la periodica fusione con la natura e con i suoi suoni e profumi millenari.

    ” O Grande Spirito, la cui voce sento nei venti ed il cui respiro dà vita a tutto il mondo, ascoltami. Vengo davanti a Te, uno dei tuoi tanti figli.
    Sono piccolo e debole. Ho bisogno della tua forza e della tua saggezza.
    Lasciami camminare tra le cose belle e fà che i miei occhi ammirino il tramonto rosso e oro.
    Fà che le mie mani rispettino ciò che Tu hai creato, e le mie orecchie siano acute nell’udire la Tua voce.
    Fammi saggio, così che io conosca le lezioni che hai nascosto in ogni foglia, in ogni roccia.
    Cerco forza, non per essere superiore ai miei fratelli, ma per essere abile a combattere il mio più grande nemico: me stesso.
    Fà che io sia sempre pronto a venire da Te, con mani pulite ed occhi diritti, così che quando la vita svanisce, come la luce al tramonto, il mio spirito possa venire a te senza vergogna. ”

    Molti non sanno che la lingua Lakota fu protagonista di un episodio storico drammaticamente contemporaneo.

    Il B29 che sganciò la bomba di Hiroshima, fu battezzato dal suo pilota ” Enola Gay “.
    Questo era il nome della di sua madre e vista l’importanza della missione, pensò bene di battezzare il veivolo con questa definizione.
    Il caso vuole, che ENOLA in lingua Lakota ( una delle popolazioni indiane del Dakota ) significhi ” SOLITARIA “.
    Solitaria, esattamente come l’unica bomba con potere devastante immane, sganciata sulla sfortunatissima città giapponese.

    A presto amici, che la buona sorde vi sorrida durante ogni vostro passo, lungo il cammino della vita.

    CrisV

    http://www.youtube.com/watch?v=WN0_eTSYLlg

Lascia un commento