INDIPENDENZA VENETA : lo stimolo alla reazione

Ogni giorno ,attraverso i mezzi di comunicazione, abbiamo conferma di quanto lontana sia dai cittadini la classe dirigente politica della penisola. I festeggiamenti imposti per il 2 giugno ne sono l’ esempio eclatante.

L’anziano al potere , da troppo tempo, e chi gli sta attorno sono sordi alle richieste di devolvere le spese di parate e banchetti , ma soprattutto di impegnare le forze per aiutare i terremotati. A guardar bene ,se si ha anche un minimo di senso civico , l’aiuto serve pure ai disoccupati , agli esodati,
ai cassaintegrati, ai piccoli imprenditori in crisi, ai commercianti strangolati dalle tasse, a coloro che non riescono a pagare il mutuo della casa e a chi è costretto a vendere la nuda proprietà delle proprie abitazioni per pagare tasse e bollette.Tutti problemi che non toccano i privilegiati al comando.

Ottusamente vogliono palesare una forza centralista, ma in realtà hanno superato da tempo la soglia del declino finale. La classe dirigente politica sta annaspando alla luce del tramonto sperando che i fatti che i cittadini conoscono non portino a reazioni efficienti. Contano sull’abulia popolare e tendono ad assecondare l’ inerzia con tutti i mezzi di distrazione di massa che conoscono.

Cosa spinge noi di Indipendenza Veneta invece ad agire con tale determinazione tanto da condizionare evidentemente la politica veneta ? Abbiamo nostalgia di una vita libera ma entro regole di giustizia sociale, vogliamo percepire il Veneto come la nostra terra ma anche la terra di tutti coloro che ci lavorano qualsiasi sia la loro provenienza, vogliamo essere attivi ,secondo le nostre straordinarie capacità e valori, senza dover pagare il tributo in vite umane ed
in denaro al mostro della penisola.

La nostra conoscenza non è futile, la nostra mente non si spegne al comando dei prepotenti ma è attiva perchè noi di Indipendenza Veneta abbiamo la chiarezza del percorso.L’indipendenza della nostra terra renderà la nostra vita più semplice, terrà assieme le famiglie e ci farà sentire più sicuri agli altri lasciamo banchetti e parate a volontà !

wsm

Teresa Davanzo
Consiglio Direttivo Indipendenza Veneta

Lascia un commento