Una giornata straordinaria

Oggi (ieri, per chi legge, ndr) è stata una giornata straordinaria per tutti noi. Un’altra felice tappa nel percorso sempre più rapido e sicuro verso l’indipendenza del nostro Veneto. Ci siamo trovati in alcune centinaia di soci per gettare le basi del nostro movimento che è  lo strumento ideale per il raggiungimento dell’autodeterminazione dei cittadini Veneti. Il movimento Indipendenza Veneta è stato concepito come un mezzo ancora più efficace.  A ciò contribuisce ampiamente lo statuto che realizzato grazie alla collaborazione degli attivisti che lo hanno potuto conoscere in rete mentre prendeva forma.  Essi e lo hanno arricchito con entusiasmo ed impegno riservandosi la possibilità di migliorarlo ancora in futuro. Un metodo, quello di Indipendenza Veneta, che anticipa il modello civile e democratico della partecipazione diretta e consapevole dei cittadini alla cosa pubblica.

A chi ci domanda come mai ci siamo ricostituiti in un nuovo grande movimento non esitiamo a rispondere con molte valide argomentazioni.  Quando un alveare ,molto produttivo, raggiunge una certa dimensione le api decidono in gruppo di dividerlo e spostare altrove la buona parte delle residenti . Si esplora il territorio utile e poi si decide assieme il luogo idoneo per il benessere e la sicurezza di tutte le api. Solo allora esse  sviluppano  un nuovo grande alveare . Accade così per noi , lasciato definitivamente V.S. che abbiamo alacremente costruito , senza rimpianti ma con molta energia e determinazione svilupperemo Indipendenza Veneta come una struttura ampia, articolata ed inclusiva  che nel suo nome racchiude già tutta la nostra risoluta azione.

Teresa Davanzo
consiglio direttivo
Indipendenza Veneta

Lascia un commento