Percorso per l’indipendenza veneta

Domani, sabato 12 maggio ci ritroviamo alle ore 15 ai piedi del ponte di Calatrava per il grande evento per indire il referendum per l’indipendenza veneta. Già 3 settimane fa ho comunicato alla Questura di Venezia la nostra presenza a Venezia, e la settimana scorsa mi sono recato personalmente in Questura per definire i dettagli del percorso e assicurare la presenza delle forze dell’ordine per liberarci il passaggio dal “traffico” pedonale (a Venezia non ci sono automobili, ma molti turisti).

Cliccando sull’immagine sopra la mappa si ingrandisce. Ci ritroviamo alle ore 15 ai piedi del ponte di Calatrava (Piazzale Roma) che è facilmente raggiungibile da chi arriva in treno, chi parcheggia a piazzale Roma e chi arriva in bus dai parcheggi a Mestre-Marghera. Per chi non ha bandiere di San Marco, avremo delle bandiere disponibili (10 euro) e dei cartelli con scritte riguardo il referendum per l’indipendenza veneta. Da piazzale Roma andremo prima verso San Tomà, che è il campo più vicino alla sede della Regione Veneto. Qui spiegheremo il percorso referendario, l’importanza della raccolta firme, e i passi dettagliati per raggiungere l’indipendenza veneta come sta facendo la Scozia e come hanno fatto altri paesi negli ultimi anni in maniera pacifica e democratica.

Dopodiché continueremo verso Rialto e ci fermeremo in campo San Giacometo, la chiesa più antica di Venezia. Domani è anche un giorno importante per l’indipendenza veneta e qui avremo modo di rendere note le ragioni a favore dell’indipendenza veneta. Insomma, a San Tomà ci concentriamo sul COME, e a Rialto (il cuore di Venezia) sul PERCHE’.

Lodovico Pizzati

Vi aspetto in tantissimi domani 12 maggio alle ore 15. E’ un appuntamento fondamentale al quale non si può mancare. Il nostro è un percorso democratico dove contano i numeri. Bisogna essere tanti a voler l’indipendenza venetaper accellerare questo percorso, perché non ci regala niente nessuno. A domani.

Una risposta a “Percorso per l’indipendenza veneta”

  1. Ottimo inizio con una manifestazione che ha suscitato molta curiosità ed interesse anche tra i turisti che in più di un occasione si sono avvicinati chiedendo di poter aggiungere anche la propria firma alle 20.000 già raccolte!

Lascia un commento